Segui i miei Podcast!

Consulente facebook: perché e come sceglierlo?

Pubblicato da giusy888 il

Perché oggi se hai un’azienda piccola o media che sia, devi affidarti ad un consulente facebook?
E sopratutto come lo scegli questo consulente?

In questo articolo, voglio darti qualche dritta, se hai un’azienda, un business e stai pensando di consultare un consulente Facebook!

Perché la tua azienda ne hai bisogno? 

Semplicemente, perché “il fai da te” non sempre funziona, con le campagne facebook ads non puoi permetterti di sbagliare o spendere soldi che non ti generano un utile.
Nella maggior parte dei casi, TEMPO e COMPETENZE sono i due fattori principali che incidono nella decisione di assumere un consulente facebook esterno! Il tempo perchè, chi gestisce un’azienda piccola/media nella maggior parte dei casi non ne ha e quel poco tempo che dedica alle attività di facebook advertisign non è sufficiente a portare dei risultati.
Quindi non avendo tempo, demandi ad un consulente tutte le attività che non riesci a portare avanti.
Le competenze è un altro dei fattori fondamentali, che incidono sul processo decisionale in tal senso. In una prima fase Facebook sembra alla portata di tutti, ma senza le giuste competenze e sopratutto esperienze non si ottengono dei veri e propri risultati.
Servono competenze non solo legate al processo della creazione dell’Ad in sè ma anche di web marketing e content strategies.
Un consulente specializzato in Facebook Ads fa solo quello è quindi quasi sempre (ci sono sempre e in ogni settore gli incompetenti) una certezza per un’azienda!
La parola Consulente è solitamente strettamente legata alla parola Competenza!

2. Come si sceglie un consulente Facebook? Cosa devi chiedergli? 

Il primo passo nella scelta di una figura così importante per la tua azienda è sicuramente legato alla sua credibilità sui social e sul web.
Quindi il primo criterio è quello di sbirciare come agisce e come si comporta sui canali principali su cui lavora: Facebook, Sito web, Canale Youtube o Video su Facebook.
Ma non basta fermarsi all’apparenza, cosa scrive o cosa comunica, serve chiedere di più.
Infatti il secondo criterio che ti aiuta a capire chi hai di fronte è chiedergli dei veri casi studio, anche che non siano del tuo settore. Chiedi sempre se può mostrarti delle campagne che ha fatto e guardane i risultati (con i numeri alla mano anche i non addetti ai lavori possono capire se una campagna funziona o meno).
Il terzo criterio che voglio consigliarti per la valutazione del tuo  consulente facebook è il preventivo. Nel preventivo già potrai capire le competenze di quel consulente.
Ti faccio un esempio:

Un consulente che ti scrive le solite cose scontate e non ti indica:

  • Un’analisi della tua pagina
  • Un’analisi dei tuoi competetitors
  • Un budget Test per i primi mesi
  • I KPI (Obiettivi) che devi raggiungere con una data di inizio e di fine
  • Le metodologie, reports, tools che utilizzerà
  • I tipi di campagna che ti propone + strategia utilizzata e Budget destinato
  • La strategia advertising e comunicativa da portare avanti
  • Step by step cosa farà per il raggiungimento dei KPI

Se mancano tutte queste cose o ne trovi solo alcune, allora capisci che non è un vero consulente.
Nessuno può farti una strategia advertising, se non possiede dei DATI da analizzare per poi crearci sopra un percorso.
Anche il più esperto consulente di facebook che abbia fatto le migliori campagne del pianeta, analizzerà e studierà prima il tuo business e solo allora potrà farti una strategia VERA e mirata al raggiungimento dei KPI, in quanto i maghi e le sfere magiche esistono solo nelle favole!

3. Cosa e come devo pagare? 

Qui tocchiamo un tasto dolente: il prezzo.
Per il Budget solitamente si agisce in due modi:
1 modo: Tu invii il Budget  al tuo consulente (se si tratta di piccoli budget inferiori ai 150,00) e paghi la consulenza a parte.
2 modo: Il tuo Consulente ti crea un account Business Manager, collegato alla tua carta, (quindi non invii del budget tu materialmente), dal quale vedi l’andamento delle tue ad, quanto spendi e le conversioni che ottieni.

La prima soluzione è indicata per chi non fa un’attività continua di facebook advertising (campagne spot) e sopratutto con budget molto piccoli. In questo la fatturazione di facebook verrà fatta al tuo consulente o agenzia web marketing a cui ti stai affidando e dovrai mandare il budget anticipato per l’avvio della campagna. In questo caso sarà il tuo consulente o l’agenzia che ti invierà una fattura budget.
La seconda soluzione è la più corretta e sicuramente consigliabile se hai un’e-commerce o un sito in cui vendi servizi o prodotti o hai alti budget.
Devi pretendere che ti venga creato un account Business Manager e che sia la tua carta ad essere collegata. In questo caso pagherai a parte la consulenza o in alcuni casi dipende la grandezza delle campagne e del budget, il consulente potrà chiederti una Fee (una %) che stabilite insieme sulle vendite!

Per quanto riguarda il prezzo, del consulente ovviamente cambia a seconda del livello del consulente a cui ti rivolgi e anche alla mole di campagne che deve gestire.
Più il consulente sarà esperto, avrà fama e referenze, più il suo costo di consulenza aumenterà, in quanto è più alta la probabilità del successo delle sue campagne facebook.
Un pò come il commercialista di fiducia, sta a te imprenditore decidere a chi vuoi affidare l’advertising del tuo business, ad ogni modo sappi che i costi di gestione cambiano in base all’esperienza e le competenze del consulente stesso.
Solitamente si parte da una base di mercato di € 250,00 al mese a salire!

Infine voglio darti un prezioso ed ultimo consiglio. Se stai per entrare in questo mondo, datti e dagli tempo. Non pensare che Facebook ti porti risultati subito e nel giro di poche settimane. Ci sono casi e casi, bisogna stabilire un periodo di tempo e solo dopo valutare il successo o l’insuccesso dei KPI.
Questo tempo lo concordate insieme, ma sappi che non esiste strategia su facebook advertising inferiore almeno ai 6 mesi, per le piccole e medie imprese e di almeno 24 mesi per le grandi aziende.
Nel momento in cui decidi questo percorso è giusto pretendere risultati e reports ma è anche giusto darsi tempo, perché il web, i social e tutto ciò che oggi è digital ha bisogno di un ciclo di tempo per assestarsi e affermarsi.
Come dico sempre io “Roma è stata fu costruita in 2 giorni”!

 

Categorie: BlogFacebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *