Segui i miei Podcast!

Funnel dinamico con Facebook Ads seguendo il modello delle email

Pubblicato da giusy888 il

Come creare un funnel dinamico con Facebook Ads?

Creare un funnel con le nostre Facebook Ads e Instagram Ads è oggi possibile, seguendo il modello classico del workflow automatizzato delle email.
Per cominciare la base è la stessa di quella utilizzata per il workflow delle mail, dobbiamo pertanto scegliere: quanti giorni deve durare ogni singolo step del funnel?

Cosa mostrare in quei giorni specifici?

Nel workflow classico delle email gli step sono i seguenti:

  1. Facebook Ads: per l’acquisizione del lead tramite magnet
  2. Email n.1: invio del magnet promesso nell’Ads (ebook, video…)
  3. Email n.3: email che serve ad alimentare il rapporto con l’utente
  4. Email n.4: promozionale, presentiamo il prodotto con un’offerta speciale
  5. Email n.5: testimonial/ recensioni
  6. Email n.6: Casi studio
  7. Email n.7: Offerta super speciale-scarcity
  8. Emali n.8: Spinge all’acquisto

Seguendo questo stesso modello possiamo utilizzare Facebook Ads replicandolo nel seguente modo:

Annuncio 1: Hook Ads (campagna per attirare). Da lanciare 1-30 giorni.

Annuncio 2: per alimentare l’annuncio 1 (i benefici del prodotto/servizio più nello specifico). Da lanciare 1-3 giorni.

Annuncio 3: testimonial. Da lanciare 4-6 giorni.

Annuncio 4: offerta. Da lanciare 7-10 giorni.

Per il resto degli altri 27 giorni puoi ripetere il funnel, con altri contenuti dei tuoi annunci seguendo sempre gli stessi step e la stessa logica. Nell’ultima settimana puoi provare anche a promuovere un’upsell, o un cross-selling.

Vediamo adesso come preparare la sequenza dinamica sia su Facebook che su Instagram.

Cosa ti serve?

  1. Il pixel di Facebook
  2. Una landing page + Thank you Page
  3. Eventi specifici del pixel

È importante che la landing page, che i tuoi utenti visiteranno a seguito del click dell’annuncio 1, contenga il pixel in modo da tracciarne la provenienza e rintracciarli in seguito. La landing page dovrà contenere l’evento del pixel Page View, mentre la tua Thank you Page dovrà contenere l’evento del pixel Complete Registration in modo da poter tracciare l’effettiva conversione ed attivare i triggers dell’intera sequenza del funnel. Fatto ciò bisogna creare un pubblico personalizzato per i vari giorni del tuo funnel. Ti basterà creare un pubblico personalizzato per traffico del sito web e selezionare tutte le persone che hanno visitato una pagina specifica del tuo sito (puoi farlo tramite URL o tramite valore) e il numero dei giorni.

Facendo un esempio:

Annuncio 1: campagna di traffico sulla landing da 1-30 giorni -> Annuncio 2: campagna di traffico con pubblico personalizzato (che ha eseguito l’azione Complete Registration negli ultimi 3 giorni).

Ripeti lo stesso procedimento creando diversi pubblici personalizzati per le varie fasi del funnel. Dovresti avere qualcosa di simile:

  1. Giorni 0-3 vedranno l’annuncio 2
  2. Giorni 0-6 vedranno l’annuncio 3
  3. Giorni 0-7 vedranno l’annuncio 4

Dopo i primi 3 giorni di campagna, dovrai staccare l’annuncio 0-3 ed attivare quello 0-6. Dopo 6 giorni dovrai staccare l’annuncio 0-6 e attivare quello 0-7 in modo da completare la sequenza. Se vuoi che la tua campagna duri di più di 10 giorni ti basterà ripetere il processo cambiando i vari giorni.

Una volta scelto il tuo pubblico personalizzato è tempo di dover differenziare la tua creatività a seconda dei diversi annunci e degli step del funnel.

Annuncio 1: Hook Ads (attirare l’attenzione). L’obiettivo di queste campagne è quello di portare il tuo cliente ideale all’interno della tua community, facendo attenzione a cosa tu puoi offrirgli gratuitamente e che possa essere per lui riconosciuto come un valore (video, coupon, articolo di blog, ebook…).
In questa fase devi essere in grado di attirare la sua attenzione pensando al tuo annuncio come una soluzione per un suo problema.

Annuncio 2: in questa fase del funnel i tuoi clienti hanno già visto l’annuncio 1 e sono quindi potenzialmente interessati, ecco perché il tipo di annuncio che in questa fase devi creare è relativo al contenuto che precedentemente hai rilasciato, ma con un incentivo in più che possa continuare ad alimentare l’interesse nel tuo potenziale cliente.

Annuncio 3: testimonial/recensione. In questa fase chi vedrà il tuo annuncio ha già visto il primo e il secondo, ha solo bisogno di un incentivo in più per arrivare alla fine del funnel. Ecco perché devi creare un annuncio in cui mostri le recensioni o le testimonianze di chi ha già testato e acquistato il tuo prodotto/servizio. Questo porterà il tuo cliente ad acquisire più fiducia e sicurezza nei tuoi confronti, e quindi sarà più propenso ad acquistare.

Annuncio 4: offerta. Adesso i tuoi clienti che sono giunti fino a questo step sono pronti ad acquistare, ecco perché devi creare un annuncio con un’offerta vantaggiosa per loro, esclusiva, che abbia disponibilità limitata (scarcity).

Lo stesso procedimento puoi applicarlo alle campagne Instagram, utilizzando le Instagram stories come formato, lasciando la stessa strategia per quanto riguarda il tuo target e lo stesso obiettivo.
Le sequenze dinamiche illustrate in questo articolo possono risultare più semplici o più complesse a seconda delle strategie che vogliamo utilizzare, ad ogni modo è uno dei metodi più efficienti per ottenere dei lead qualificati ed aumentare la probabilità di conversione grazie ai nostri annunci.

Cosa ne pensi?

Sperimenteresti la sostituzione di questa metodologia a quella classica delle email?

Categorie: BlogFacebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *