Segui i miei Podcast!

7 motivi per i quali le tue Facebook’Ads non convertono

Pubblicato da giusy888 il

 

  1. Stai targetizzando nel modo sbagliato

Possibilmente stai selezionando troppi interessi e comportamenti. Sei affamato nella ricerca di nuovi clienti, così tanto che perdi di vista il principale obiettivo: il cliente più giusto per te e per il tuo brand.

Insomma stai andando alla cieca su un pubblico immenso, alla ricerca del tuo cliente ideale, costruendo quello che viene chiamato pubblico freddo!

Come sistemare questa situazione?

Per ottenere una conversione, di qualsiasi tipo devi pensare che il tuo cliente ideale è quello che è realmente interessato a ciò che proponi e che un minimo ti conosca!

So che lo hai sentito dire una miriade di volte, ma vediamo che tipo di target è il mio cliente ideale? Facciamo una breve lista e accertati di possedere almeno una di queste voci:

  • Coloro che hanno già acquistato e quindi che sono già i tuoi clienti
  • Persone che ti hanno dato i loro dati per avere un lead Magnet
  • Persone che hanno cliccato nelle tue Ads e visto un video
  • La tua lista email
  • Coloro che hanno visitato il tuo sito o passato del tempo in una Landing page del tuo sito

Potresti utilizzare anche i fan della tua pagina Facebook, ma sappi che il pubblico della tua pagina potrebbe essere sporco (quindi non in target) per due motivi: o perché quei fan li hai acquistati (senza settare un target specifico) o perché i fan sono stati acquisiti in molti anni e quindi ora potrebbero essere non più in target.

  1. Stai raggiungendo le persone giuste ma con il messaggio sbagliato

E’ probabile che il target che stai raggiungendo sia quello giusto per il futuro, ma non in quel momento preciso del funnel. E’ come se stessi chiedendo ad una ragazza di sposarla al 1° appuntamento. Funnel: ossia il percorso che l’utente compie prima di acquistare e ogni fase del funnel consegue un messaggio ben preciso.

Come sistemare questa situazione?

Segmentare il processo che i tuoi utenti compiono in fasi. Fasi a cui corrispondono Ads ben specifiche, che colpiscano il tuo utente a seconda della fase del funnel in cui si trovano!

Possiamo dividere gli obiettivi di Facebook in 3 grandi macroaree corrispondenti al nostro funnel:

  1. Awareness(Notorietà) -> pubblico freddo che non ti conosce e non sa chi sei
  2. Considerazione-> pubblico semi-caldo, che ti conosce e che potrebbe essere interessato a ricevere più informazioni sul tuo prodotto o servizio
  3. Conversione-> un pubblico caldo che disposto ad acquistare perché è già stato preparato precedentemente.

Ogni obiettivo che scegli è pensato e collegato ad una fase del funnel che coinvolge l’utente.
(TOFU-> TOP OF FUNNEL E MOFU->MIDDLE OF FUNNEL E BOFU-> BOTTOM OF FUNNEL)

3. Stai targetizzando le persone giuste ma con un tipo di Ad sbagliato

Esempio:
Hai dei buoni Video sul tuo sito o sulla sua pagina facebook e ottieni interazioni. Decidi di raggiungerli nuovamente con un pubblico di retargeting(personalizzato), ma stai utilizzando come annuncio un immagine statica o un click al sito web, ecco l’errore! Le persone che hanno mostrato interesse ai tuoi video non è detto che mostrino lo stesso interesse ad una campagna di retargeting utilizzando un obiettivo diverso (vedi click al sito web) da quello che hai proposto in precedenza e per cui hanno mostrato interesse (visualizzazione del video)! Lo stesso discorso vale per il tipo di formato: se in precedenza hanno interagito e apprezzato i video come tipo di formato non è detto che apprezzino l’immagine statica di un tuo annuncio di retargeting.

Come sistemare questa situazione?

E’ fondamentale la coerenza tra pubblico e obiettivo. Ogni obiettivo su facebook mira ad arrivare al tipo di target che più spesso compie quella determinata azione. Pertanto se il tuo pubblico ama i video, devi puntare all’obiettivo video utilizzandolo anche come formato. Se il tuo pubblico ama le foto, devi puntare alle immagini statiche e non ai video.

Dai al tuo pubblico ciò che vuole!

  1. Stai utilizzando un pubblico troppo ampio

Il frequente degli errori: pensare che più è grande ed ampio il mio pubblico più funzionano le mie ads! Non è così più interessi aggiungi nella targetizzazione più aumenta il numero del tuo pubblico è questo non è un bene (se hai un pubblico di 2.000.000 di persone) anzi è il male!

Segui il detto “meglio pochi ma buoni!”

Come sistemare questa situazione?

Invece di aggiungere elenchi a mai finire di interesse che fanno sì che il pubblico aumenti, utilizza il RESTRINGIMENTO DEL PUBBLICO, in modo da raggiungere sì meno persone ma con più possibilità di convertire.
Se provi ad utilizzare il Restringi pubblico ti accorgerai che il tuo pubblico cambia da 800.000 a 80.000 inserendo gli altri interessi più specifici, ma a te interessa beccare quegli 80.000 che sono potenzialmente più attinenti a quegli interessi e che quindi aumentano la tua percentuale di conversione.

  1. Promuovere un’offerta o una vendita diretta ad un pubblico freddo

Non c’è niente di più sbagliato che avviare una campagna di conversione o traffico su un pubblico FREDDO! Non puoi pensare di vendere o di proporre il tuo prodotto o servizio ad una persona che non ti conosce. E’ ovvio che il tuo Costo per azione sia altissimo! Devi utilizzare un pubblico personalizzato!

Come sistemare questa situazione?

Crea un pubblico personalizzato in base a quelli che hanno visitato il tuo sito

Coloro che hanno cliccato o interagito con i tuoi precedenti annunci

P.S nei punti precedenti ti ho parlato del funnel e delle varie fasi! Bene ricorda che le vendite le compiono i pubblici caldi o semi-caldi se sei fortunato, non i pubblici freddi. Vedrai che con un pubblico personalizzato aumenterai la possibilità di convertire e quindi vendere ad un costo contenuto!

  1. Hai dei punteggi di pertinenza troppo bassi

Il punteggio di pertinenza delle tue Ad è importante, perché facebook ci tiene a consegnare il messaggio giusto alle persone giuste!

Da un recente esperimento di Adespresso si è notato che

L’esperimento di Adespresso:

  • Annunci identici
  • Segmenti di pubblico diversi

Risultato

CPC sull’annuncio con un punteggio di 3 = $ 0,142

CPC sull’annuncio con un punteggio di 8 = $ 0,03

Ciò dimostra che, dobbiamo far in modo che il nostro punteggio di pertinenza sia decente nella famosa scala da 1 a 10 e posso assicurarvi che questa metrica non mente, perché è il punteggio che ci assegna l’algoritmo.

Come risolvere la situazione?

  • il targeting più stretto
  • le immagini di impatto
  • inviti all’azione chiari nel testo o nel pulsante di invito all’azione.(Coerenza ciò che chiedi e ciò che mostri)
  • Bassa frequenza
  • Pubblico simile e personalizzato
  1. Annunci Facebook non in linea con le tue Landing page

Potresti aver realizzato l’Ad perfetta ma se la tua pagina di destinazione non funziona correttamente, perderai la conversione.
Le pagine di destinazione devono avere una coerenza considerevole con l’annuncio, quindi le immagini, il copy, l’aspetto, devono essere simili o uguali a quello che la tua Ad preannuncia.

Come risolvere la situazione?

Una landing page ben progettata dovrebbe includere

  • Titoli chiari e concisi
  • Form, pulsanti, carrelli funzionanti
  • Aspetto grafico in linea con il tuo annuncio
  • Pixel e azioni installate correttamente
  • Layout grafico in linea con la tua Ad
  • Responsive: la corretta visualizzazione e navigazione da mobile

Lo so tutto ciò può sembrarti banale, ma non è così! Non hai idea di quanti errori trovo nelle landing che scappano alla vista, alle prove ed ai test!

Inoltre utilizza la scarcity, tecniche di social proof, testimonial, in modo da trasmettere fiducia nel tuo utente.

Utilizza call to action che siano dirette e soprattutto riduci i passaggi e i collegamenti al minimo.

Conclusione?

Fissarsi sul desiderio di trovare nuovi clienti con Facebook Ads, può essere il più grande errore che tu possa commettere. Facebook Ads non fa i miracoli è importante lavorare sul funnel e quindi sulle fasi che ogni cliente/utente deve attraversare prima di convertire.
Se non sei soddisfatto delle tue Facebook Ads, prima di gettare tutto all’aria, esamina i 7 punti che ti ho illustrato con molta attenzione e se hai qualche suggerimento che ho tralasciato, commenta qui sotto e fammelo sapere!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Categorie: BlogFacebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *